Visita Territoriale VRATSA

index

 

In data 12 ottobre si è svolta una visita territoriale della nostra Associazione a Vratsa, durante la quale l’Ambasciatrice Giuseppina Zarra, insieme al Presidente di Confindustria Bulgaria Roberto Santorelli, al Vice Presidente Plamen Dilkov, al Consigliere Federica Dametto, agli Associati Pamela Della Toffola, Elena Dilkova e Francesco Frattini e al Direttore Mila Nenova, hanno incontrato hanno incontrato il Sindaco Kalin Kamenov e imprenditori italiani che operano nella zona.
La visita territoriale è iniziata presso la Cymbidium, del gruppo Peuterey, insieme al Sindaco Kalin Kamenov. L’azienda, che opera nel settore tessile, è una realtà produttiva di rilievo internazionale, che produce capi tecnici di vestiario per  i più noti marchi, oltre a quello della casa madre, da più di 19 anni e che conta più di 300 dipendenti. Durante l’incontro, l’Amministratore Francesco Frattini e il Direttore Tecnico Mono Monov hanno illustrato i capi di vestiario realizzati dall’azienda e il sito produttivo, attrezzato con la più moderna tecnologia nella lavorazione del tessile.

Emilia Veleva ha guidato le visite alle aziende del gruppo OMS Saleri. In primis, la delegazione si è recata presso la branch bulgara della OMS Saleri, azienda di Odolo (BS) con più di 130 anni di esperienza nella produzione di tecnologia industriale, leader internazionale nella produzione di valvole industriali per impianti del settore dell’energia. Dal 2016 è stata aperta la sussidiaria di Vratsa, segno della forte crescita dell’azienda bresciana. Il moderno sito produttivo, più che raddoppiato nel corso degli anni, copre un’area di più di 25.000 metri quadri ed è un grande esempio di buona politica delle risorse umane, dato che offre numerosi servizi ai lavoratori. Alla visita l’azienda Associata R.B.O si è aggiunto il Sindaco di Vratsa, Kalin Kamenov. L’impresa, In Bulgaria dal 2005è una sussidiaria dell’azienda bresciana Rodel SpA, che produce Cinzia Rocca, noto brand internazionale di abbigliamento nato nel 1953. Il brand si è sempre distinto per l’alta qualità dei materiali utilizzati, cashmere, alpaca, mohair, cammello, babyllama, provenienti da una filiera controllata e intessuti con maestria e professionalità in cappotti di alta moda. Nella sussidiaria bulgara arrivano i tessuti già stabilizzati in Italia, per il completamento della lavorazione. Il brand commercia principalmente sul piano internazionale.

La delegazione, a cui si è aggiunta l’Associata Denitsa Mengova, Delegata a cultura e risorse umane e parte del Comitato Donne, è stata poi ospitata per un pranzo di lavoro presso il ristorante italiano Piazza Italia, di proprietà del Manager Massimo Bordigoni, che ha poi condotto l’ultima visita aziendale presso la sua impresa Kranamax. L’azienda è nata grazie all’esperienza maturata dal fondatore nella lavorazione dei metalli e nella carpenteria. Fortemente importata all’export, vende i suoi prodotti e il suo know how principalmente in Italia e in Europa. Il Manager Bordigoni ha guidato la delegazione nello stabilimento di produzione, spiegando come in molti casi riescano a produrre autonomamente brevetti, grazie alla profonda conoscenza ingegneristica maturata negli anni.

La visita territoriale si è conclusa con un incontro istituzionale con il Sindaco di Vratsa Kalin Kamenov al quale erano presenti oltre all’Ambasciatrice d’Italia a Sofia Giuseppina Zarra, i componenti della delegazione di Confindustria Bulgaria.L’incontro è stato molto proficuo e ha toccato vari temi di interesse per l’Associazione. In particolare, si è posto l’accento sulla tematica della formazione, con l’intento di creare nuovi spazi di collaborazione con l’Amministrazione locale. Nel proseguio della discussione, il Primo Cittadino di Vratsa ha fatto mostra di grande apertura nei confronti dei bisogni dell’imprenditoria. Infatti, ha manifestato l’intenzione di supportare i nuovi investimenti italiani e di altri Paesi nel distretto, poiché possono favorire fortemente lo sviluppo economico della Regione.