LETTERA UFFICIALE DI CONFINDUSTRIA BULGARIA AL PM BORISSOV

Per risolvere nel minor tempo possibile la difficile situazione imposta dal nuovo DPCM che proroga la quarantena per chi entra in Italia provenendo da Bulgaria e Romania, Confindustria Bulgaria ha inviato una Lettera Ufficiale al Primo Ministro, Boyko Borissov, oltre che al Ministro dell’Economia e al Direttore esecutivo ad interim dell’Agenzia degli Investimenti bulgara esortandoli a mettere in atto tutte le iniziative possibili per far sì che la Bulgaria subisca lo stesso trattamento degli altri Paesi dell’UE con una situazione epidemiologica simile, evidenziando le conseguenze per gli imprenditori italiani e chiedendo di intervenire per la normalizzazione della mobilità tra i nostri due Paesi.