Lettera aperta al Governo italiano

 

lettera-aperta-congiunta

 

 

 

Lettera Aperta

RASSEGNA STAMPA

Articolo de Il Sole 24 Ore

Articolo di Askanews

Articolo Agenzia di Stampa Nazionale DIRE

Articolo Agenzia NOVA

Articolo Eurocomunicazione

Articolo Yahoo! Notizie

Articolo Il Corriere Nazionale

Articolo 24plovdiv

Prosegue l’azione congiunta con una LETTERA APERTA di Confindustria Bulgaria, Confindustria Romania e la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria in seguito alla decisione del Governo italiano di prolungare l’obbligo di quarantena per gli arrivi da Bulgaria e Romania fino al 7 ottobre.
In seguito alle continue e serrate comunicazioni congiunte effettuate da Confindustria Bulgaria, Confindustria Romania e dalla Camera di Commercio Italiana in Bulgaria degli ultimi 45 giorni indirizzate al Ministro della Salute italiano Roberto Speranza, al Comitato Tecnico Scientifico e p/c al Dipartimento malattie Infettive ISS di Roma, purtroppo anche questa volta, con il nuovo DPCM di lunedì 7 settembre valido fino al 7 ottobre, è stato confermato quanto previsto dal DPCM del 7 agosto.
Questa misura mette in grandissima difficoltà tutti gli attori economici attivi tra Italia e Bulgaria, imprese e lavoratori che chiediamo vengano tutelati alla stregua dei corrispettivi di altri Paesi dove la situazione epidemiologica è ben più grave di quella in Bulgaria e Romania, e per i quali è comunque prevista la possibilità di evitare la quarantena con un tampone in aeroporto.