SEMINARIO “DISTACCHI E APPALTI INFRACOMUNITARI” A UDINE

Lo scorso mercoledì Confindustria Balcani e Confindustria Udine hanno organizzato congiuntamente il seminario “Distacchi e appalti infracomunitari” per approfondire il tema dei vantaggi (e dei rischi) dell’utilizzo in Italia di imprese e lavoratori basati in altri stati dell’UE in molteplici fattispecie di appalti. In particolare è stato offerto ai presenti, prevalentemente aziende e professionisti friulani, un quadro normativo particolareggiato relativo al diritto interno e comunitario in materia di libertà di prestazione di servizi e di distacchi di personale. Nel corso del primo panel quattro professionisti si sono alternati offrendo quattro inquadrature del tema. In particolare Guglielmo Burragato dello Studio Ichino-Brugnatelli e associati ha approfondito gli aspetti giuslavoristici con un particolare riferimento al diritto comunitario, Antonella Giachetti dello Studio Dami, Giachetti, Nacci (associato a Confindustria Bulgaria) ha messo in guardia dalle potenziali problematiche tributarie, Nicola Canessa dello studio legale CBA ha offerto degli spunti civilistici relativi alla stesura dei contratti di appalto internazionali mentre Fulvio Simoni dello studio legale Stella ha indicato ai presenti i rischi penali connessi a abusi nella fattispecie trattata. La seconda parte dell’evento è stata affidata a Roberto Corciulo di IC&Partners associato sia a Confindustria Bulgaria sia a Confindustria Udine che ha presentato alle aziende partecipanti gli aspetti salienti del mercato del lavoro dei Paesi dei Balcani con una particolare attenzione all’andamento di disoccupazione, livello dei salari e sistema contributivo.
Moderatore dell’evento è stato Antonio Schiro, recentemente eletto Vice Presidente di Confindustria Serbia.
Per maggiori informazioni circa i materiali della conferenza si prega di contattare Roberto Mascali (0884 011 445, r.mascali@confindustriabalcani.it).