Riunione del Comitato Tecnico Energia di Confindustria Bulgaria

 

Il 13 luglio si è svolta una riunione del Comitato Tecnico Energia di Confindustria Bulgaria, convocata a seguito delle proposte di modifica alla Legge sull’energia al vaglio del Parlamento bulgaro. Le suddette modifiche rischiano di avere delle ripercussioni negative sul sistema energetico bulgaro e sul sistema paese in generale. Per questo le organizzazioni delle imprese straniere in Bulgaria e le rappresentanze diplomatiche si stanno muovendo per presentare dinanzi al governo una posizione comune per opporsi a tali modifiche.
Alla riunione hanno partecipato Violeta Angelova – ENEL Green Power, Yolanta Chiporikova – Energy Ka, Stoyan Cholakov – Black Sea Technology, Fani Davidova – Bulgaria Wind Energy Association, Plamen Dilkov, Vice presidente Confindustria Bulgaria – PVB Power e Bulgaria Engineering, Hristo Hristozov – Moncada ed Emanuele Pollio – Incaricato d’Affari a.i., Ambasciata d’Italia a Sofia.
Nel corso della riunione il Vicepresidente di Confindustria Bulgaria, Plamen Dilkov, ha esposto i contenuti di un documento contenente la posizione comune di alcune associazioni imprenditoriali in Bulgaria, che Confindustria Bulgaria, a seguito dell’approvazione da parte del Consiglio Direttivo, ha sottoscritto insieme alla Camera di Commercio Americana in Bulgaria, alla British Bulgaria Business Association e all’Advantage Austria. Emanuele Pollio ha invece presentato un’iniziativa diplomatica che l’Ambasciata italiana sta intraprendendo di concerto con le altre rappresentanze diplomatiche estere per fare fronte alla situazione dell’energia.