MULTINAZIONALI TASCABILI LA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA ITALIANA ALLA PROVA DEL MERCATO BULGARO

Galleria

 

Multinazionali tascabili: la piccola e media industria italiana alla prova del mercato bulgaro

Aprirsi al futuro e puntare a nuove e sempre maggiori opportunità di crescita partendo da un racconto del passato, della storia dell’imprenditoria italiana in Bulgaria, dei suoi successi e delle sue difficoltà. E’ stato questo il significato dell’evento che si è svolto lo scorso 13 giugno presso l’Hotel Sheraton di Sofia, “Multinazionali tascabili – La piccola e media industria italiana alla prova del mercato bulgaro”, organizzato nell’ambito dell’Italian Festival da Confindustria Bulgaria e dall’Agenzia per la promozione all’estero dell’internazionalizzazione delle imprese italiane – ICE di Sofia con il sostegno di Unicredit Bulbank e Generali. L’evento, diviso in tre panel moderati dal Direttore ICE Paolo Castagna e dal Direttore di Confindustria Bulgaria Roberto Mascali, ha visto il coinvolgimento di esperti nel settore dell’internazionalizzazione della piccola e media industria, oltre agli interventi dei protagonisti diretti del processo di internazionalizzazione in Bulgaria, gli imprenditori italiani. Un processo che, come ha ricordato il Presidente di Confindustria Bulgaria Pietro Luigi Ghia aprendo i lavori davanti a una platea di 200 persone, rappresenta un’opportunità ma anche una scommessa per le aziende italiane che vogliono investire nel Paese contribuendo a rafforzare l’economia della Bulgaria, a creare occupazione e innovazione. Dopo la lettura di una lettera del Ministro dell’Economia e dell’Energia Dragomir Stoynev ai partecipanti, sono intervenuti l’Ambasciatore d’Italia a Sofia, Marco Conticelli, Vincenzo Boccia, Presidente di Piccola Industria Confindustria e Vice Presidente di Confindustria, Ognian Donev, Presidente della Confederazione degli Industriali e dei datori di lavoro della Bulgaria (KRIB), e Giovanni Sacchi, Direttore dell’Ufficio di Coordinamento Servizi di Promozione del Sist ema Italia ICE, in passato Direttore dell’agenzia a Sofia. Tra I partecipanti ai lavori anche il Presidente di Confindustria Balcani Salvadori e il Direttore di Piccola Industria Paparoni. Internazionalizzare le Pmi in Bulgaria si può, e a testimoniarlo sono stati i rappresentanti di alcune aziende italiane associate a Confindustria Bulgaria: Plamen Dilkov della PVB Power, Riccardo Caraglio del gruppo Caraglio, Giovanni Martinelli per il gruppo GTT, Maria Luisa Meroni per la MBM Metalwork, ed Andrea Rigoni della Rigoni di Asiago. Un focus sugli strumenti finanziari a disposizione delle aziende ha chiuso la conferenza, in un panel che ha visto, tra gli altri, il coinvolgimento di Andrea Casini – Direttore Generale di Unicredit Bulbank e Diana Maneva – Executive Officer e Membro del Consiglio di Amministrazione di Generali Bulgaria, Nikola Stoyanov – Direttore dell’Agenzia Bulgara per la Promozione della Piccola e Media Industria e Borislav Stefanov &nda sh; Direttore della Invest Bulgaria Agency,  Vittorio Biondi  – Direttore Settore Territori, Ambiente, Energia Assolombarda e Stefano Bisogni – Ufficio SACE per l’Europa sud – orientale.

 

Documentazione

 Multinazionali Tascabili – Sofia 13 giugno 2013 – programma ITA

 Rassegna Stampa dell’evento “Multinazionali Tascabili: la piccola e media industria italiana alla prova del mercato bulgaro” – Sofia, 13.06.2013

INVITO MULTINAZIONALI TASCABILI