Forum Economico: Tecnologie per l’agroindustria, la meccanica e le infrastrutture

 

Il 2 novembre si è svolto, presso l’Hotel Hilton di Sofia, il Forum Economico “Tecnologie per l’Agroindustria, la Meccanica e le Infrastrutture”, organizzato da Confindustria, l’Agenzia ICE e Unioncamere sotto l’egida del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il Forum si è aperto con una conferenza iniziale durante la quale sono intervenuti Licia Mattioli, Presidente del Comitato Internazionalizzazione di Confindustria, Giovanni Sacchi, Direttore dell’Ufficio di Coordinamento dei Servizi di Promozione del Sistema Italia di ICE, e Stamen Yanev, Direttore Esecutivo della Invest in Bulgaria Agency.

Nei discorsi di apertura il Presidente del Comitato Internazionalizzazione di Confindustria, Licia Mattioli, ha sottolineato l’importanza del ruolo che la Bulgaria gioca in quanto partner di rilievo per le imprese italiane ed ha rivolto un plauso a Confindustria Bulgaria per l’attività di supporto alle imprese italiane presenti sul territorio.

A seguire si sono svolti due panel tecnici, uno sulle infrastrutture ed uno sui macchinari per l’industria e l’agroindustria, durante i quali rappresentanti delle associazioni di categoria dei due Paesi hanno evidenziato i principali punti di forza e le necessità dei settori, ed esperti di UniCredit Bulbank hanno fornito il quadro macroeconomico di riferimento.

Durante la sessione pomeridiana del Forum si sono svolti circa 200 incontri B2B tra una delegazione di 30 imprese italiane partecipanti alla missione ed i potenziali partner bulgari operanti nei settori dell’industria, agroindustria ed infrastrutture.

I lavori del Forum si sono chiusi con l’intervento dell’Ambasciatore d’Italia in Bulgaria Marco Conticelli, del Presidente e Amministratore delegato di UniCredit Bulbank Levon Hampartzoumian, del Ministro degli Affari Esteri della Bulgaria Daniel Mitov e del Ministro degli Affari Esteri italiano Paolo Gentiloni, il quale ha evidenziato il volume notevole di interscambio tra la Bulgaria e l’Italia, superiore anche rispetto a quello dell’Italia con altri Paesi emergenti con maggior impatto mediatico. Il Ministro Gentiloni ha inoltre ricordato l’importanza del lavoro che si sta svolgendo in Bulgaria rispetto al tema della riforma della giustizia, impegno che offre un’occasione di riflessione anche all’Italia, non lontana da questi temi.

L’evento ha visto la partecipazione di oltre 250 persone, tra cui rappresentanti di imprese bulgare ed italiane, esponenti delle istituzioni e delle associazioni di categoria, ed è stato un’ulteriore testimonianza degli stretti rapporti economici e commerciali che esistono tra Bulgaria e Italia e del reciproco interesse tra le aziende italiane e bulgare.

Di seguito sono disponibili i materiali del Forum.

 

 

Documenti:

 

Programma IT

Descrizione aziende italiane partecipanti

Catalogo dell’iniziativa_IT-BG

Rassegna Stampa Forum Economico 2 novembre

Link alle presentazioni dei relatori

 

Banner DEF final